sabato 1 marzo 2014

Seguendo le stagioni, seguendo la Natura, seguendo le tradizioni. Marzo...


Durata media del giorno nel mese di Marzo: 11 ore e cinquantotto minuti

Tra l'inizio e la fine del mese il tempo che il Sole impiega per percorrere la sua corsa nel cielo da Oriente ad Occidente si allunga di 92 minuti.
L'ora di luce solare media dura 60 minuti.

In riviera cominciare a trapiantare le ortive (anche se aspetterei ancora un poco perché il vero Inverno non è arrivato).
Seminare le Patate ma solo se la terra è asciutta.
Nelle valli interne mettere a pregerminare le Patate e, solo se il terreno è asciutto e non freddo si prepari per il semenzaio delle colture estive.
Fino al 25 (Annunciazione) si può seminare la Canapa.
Si aspetti la Luna crescente per la semina delle Fave.
In Luna calante, invece, si semini l'Aglio.

Terminare la potatura dell'Ulivo prima della schiusa delle gemme, ricordarsi di disinfettare li dove si è tagliato (verderame)

In riviera, quando riprende la vegetazione e le Viti cominciano a piangere, mettere a dimora le barbatelle.
Non protrarre la potatura e la legatura oltre l'Annunciazione (25)

Le amiche api, nelle valli interne cominciano ad imbottinare. Controllare le scorte e dare nutrimento ma, solo nei giorni caldi e senza vento.

Tagliare la legna da bruciare dal 2 al 15, quella da costruzione dal 17 al 30.
La legna tagliata il 3 annerisce ma non brucia.
Il 31 si chiude il taglio per il ceduo e il castagneto sotto gli 800 metri.
Rimane libero il taglio dei polloni di Castagno per la vigna, per far ceste e recinti.

I vini da bere giovani sono da travasare:
fermi dal 24 al 30 (ma non il 27)
frizzanti dal 2 al 7 (ma non il 4 e il 5)

Frutta e Verdura di stagione:

Arance, Kiwi, Limoni, Mandarini, Mele.
Broccoli, Carciofi, Cavolfiori, Cavoli, Finocchio, Rape, Spinaci

Raccolta del mese erbe:

Asparago, Barba di becco, Borsa di pastore, Bosso, Cappero, Cariofillata, Enula campana, Epilobio, Erica carnicina, Faggio, Farfara, Farfaraccio, Felce florida, Fumaria, Genziana, Lichene pulmonario, Margheritina, Nocciolo, Olivo, Olmo, Ononide, Pesco, Pino silvestre, Pioppo, Prugno, Quercia, Salice rosso, Sanguinello, Serenella, Viola mammola.

Tradizioni liguri:

Equinozio di Primavera, tradizioni nelle valli interne:

Anà a scurìe e Strìe, tradizione oramai perduta, in voga fino ai primi anni sessanta.

" La sera della prima Domenica di Marzo i giovani del paese si riunivano in congrega e, agghindati con campanacci, tamburi, campanellini e mestoli si aggiravano per le abitazioni del paese creando più rumore possibile, facendosi regalare dagli abitanti frittelle calde e uova..."

Approfondimenti in questo blog.
http://symphytumtradizioniliguria.blogspot.it/2014/03/tra-tradizione-e-magia-ana-scurrie-e.html#more


Fonti:

"Il Bugiardino 2014" 
Lunario rurale popolare delle terre liguri
Piemme edizioni 
Chiavari

Mio papà
Vita in campagna







Nessun commento:

Posta un commento