lunedì 30 settembre 2013

Previsioni empiriche, Ottobre...


"I ciuvussi a san Michè se nu vegnan avanti vegnan inderè"

Secondo gli antichi abitanti delle valli interne e della montagna il tempo verso metà Ottobre si volge al cattivo e così è capace di andare avanti fino alla fine del mese.


Il secondo giorno di Ottobre, di solito fa bel tempo. A san Francesco inizia la raccolta delle Nespole.
A santa Reparata cominciano a salire le nebbie e, quando le prime Olive sono pronte, l'Uva ancora non raccolta rischia di guastarsi.

Il giorno di san Dionigi non si semina e le donne stanno a casa a filare la pasta.

Se a san Gallo (16) fa bel tempo potrà durare fino a Natale. da qui rischi di grandinate non ce ne sono più e dopo san Luca (18) non si sente più il tuono.

Ci sarà pericolo di burrasca in mare il 27 e se da questo giorno al 29 non piove le tre settimane dopo il 30 saranno asciutte.

Il giorno di san Giuda (28) i veli calano e le donne si recano agli alberi per far il "filo di lana".

Il tempo di Ognissanti è come quello che farà a Natale, ricordarsi di lasciare cesti di pane e Castagne per chi, nelle notti di questo mese, ci verrà a trovare.

Una luce fioca sull'uscio di casa aiuterà i viandanti a trovare il cammino.



Fonti:
Alcune "Osservanze" sono tratte da
"Il Bugiardino, lunario agenda delle terre liguri"
Altre sono dicerie che si perdono nel tempo.

2 commenti: