venerdì 11 ottobre 2013

A Triora con papili...

2000 metri. 
Solo monti, prati spazzati dal vento, qualche cespuglio cresciuto a forza, cielo terso, acque blu, fiori, ultimi a sbocciare prima della neve. 
Più sotto, il Paese. Ti aspetta. Fermo. Sembra non si muova solo per paura che tu possa perdere la via del Ritorno. 
Tuo padre. Sorride. Tu e Lui. Identici. Tornate bambini. 


 La strada...


Strada...


Salendo...


Guarda giù...


Si sale ancora...


 Arrivati, forse...


Solitari, in lontananza, un lago, una casa...


Dal verde, al giallo, al celeste, al blu...


Alberi...


Sicuramente non soffre di vertigini....


Guerre e storia....


Flora...


Flora...


Flora...


Tepore...


Lo scheletro della Madre...


Paesi abbandonati. Loreto...


Papili cerca...


 Un cugino di Bastet...


Papili e la torre Saracena...





M.D.L

1 commento: