martedì 26 novembre 2013

Il volto di Borzone. Approfondimenti...

1- Menhir chiamato "Cian de Munega"

Grandi massi piantati nel terreno, alcuni di dimensioni enormi, Dolmen e Menhir, sono i megaliti più noti.

La più grande scultura rupestre, del Paleolitico, d'Europa si trova proprio qui, in Liguria, a Borzonasca (entroterra genovese). Chiamata "Volto di Borzone" è una scultura megalitica raffigurante un volto la cui misura è di circa sette metri per quattro.

2- Volto di Borzone

Fronte alta, viso stretto con mento appuntito ha portato gli archeologi a propendere verso L'Homo Sapiens Sapiens. Studi recenti hanno stabilito che in questo periodo era ancora presente l'Homo Sapiens Neanderthalensis, quindi si presume che, l'Homo Sapiens Sapiens abbia appreso da questo la produzione delle sculture antropomorfe, le pratiche spirituali e religiose.

Il volto di Borzone rappresenta una divinità, mentre i dipinti zoomorfi, che ritroviamo in molte grotte, sono legati a spiriti.

3- Cavallo dipinto (grotta di Lascaux, Francia)

Si ritiene che questo sia un dio dal fatto che la fronte dello stesso pare sovrastata da un copricapo, che ritroviamo nel Paleolitico superiore, nelle sculture della Venere di Savignano (copricapo) o della Venere di Willendorf (acconciatura lavorata).

4- Venere di Savignano (profilo)

5- Venere di Willendorf o Donna di Willendorf






Fonti:
Figura 1- Liguria megalitica 
Figura 2- Fonte Web
Figura 3- Museo delle origini dell'uomo (Paleolitico Superiore)
Figura 4- Fonte Web
Figura 5- Arte e storia (Fonte Web)

Approfondimenti dal sito:
http://www.piazzasanremo.net/

2 commenti:

  1. interessante....visto che una volta all' anno, sono da quelle parti, la prossima volta mi piacerebbe vederlo....grazie Strìa...<3

    RispondiElimina